Il crinale dal Caucaso alla val di Vara


caucaso val di vara(Visualizza la mappa in scheda separata)

 1. Introduzione

2. Articoli

 
 

 

1. Il crinale dal Caucaso alla val di Vara: introduzione

valle fontanabuona, monte causaso, sestri levante - più di 1000

valle fontanabuona e golfo di sestri levante dal crinale O del caucaso

Ripartiamo dal passo della Scoffera. Con uno spartiacque così vicino al mare, i fiumi liguri, se vogliono correre un po’ più a, lungo, devono farlo paralleli alla costa. Ma questo comporta che ci sia qualche altra catena di monti che li tiene per un po’ lontani dal mare. E questo è proprio quello che succede qui, dove il torrente Lavagna se ne va verso est, fino all’altezza di Chiavari, lungo la valle Fontanabuona; qui incontra lo Sturla, che invece scende diritto dalla zona dell’Aiona, e il Graveglia, che viene dall’altra parte, dallo Zatta; tutti insieme diventano l’Entella, che divide Chiavari da Lavagna, e forma una delle poche pianure della Liguria, una volta tutta orti, adesso quasi tutta una città.

monti Caucaso e Ramaceto  - più di 1000

vista sui monti caucaso e ramaceto, dal crinale costiero sopra chiavari

Questa volta seguiamo il crinale appenninico principale, che se ne va sinuoso verso est. Prima sale un po’, poi scende a toccare il monte Caucaso; altro arco e scende di nuovo sul Ramaceto, poi risale fino all’Aiona, dato che lo Sturla ha deciso di andare da nord a sud e poi scende ancora al monte Zatta. Qui risale ancora, verso nord est ma entriamo nella val di Vara, che è il prossimo capitolo. Invece, mettiamo qui anche una parte della catena che delimita la val di Vara verso sud ovest, raggiungendo il passo del Bracco, ormai decisamente in vista del mare. E qui, per ora, ci fermiamo di nuovo.
Caucaso, Ramaceto e Zatta, i tre monti che certo caratterizzano queste valli. Tre montagne simili: versanti nord boscosi e con pendenze moderate; versanti sud scoscesi e spogli.

zatta e ramaceto - più di 1000

zatta e ramaceto, montagne “gemelle”: le valli circolari viste dal monte porcile

Il Caucaso ci ha provato, ma non è riuscito a fare quello che hanno fatto il Ramaceto e lo Zatta: due valli ellittiche quasi perfette, con testate a strati orizzontali di arenarie; due monti ancora quasi gemelli per forma e struttura. Tutti e tre i monti si raggiungono facilmente per i boschi dei versanti settentrionali.  Barbagelata guarda già la val d’Aveto; uno dei peasi montani che chi non ci pensa non si aspetta in Liguria; da lì potete raggiungere il Caucaso. Raggiungete il Ramaceto dal borgo di Ventarola. O lo Zatta dal passo del Bocco o, se volete, da qualche paese dell’alta val di Vara. Potete anche percorrere tutto il crinale principale, magari risalendo fino all’Aiona e riscendendo per Pratomollo fino al passo del Bocco, come già esposto per i monti della val d’Aveto. Tra l’altro potete raggiungere l’Aiona da qui, o da altre zone dell’alta val Sturla, dalla parte del lago di Giacopiane.
Ma è salendo dai crinali sud, magari facendo il giro attorno alle valli dei torrenti Moconesi, Cicana e Reppia, che potete godervi  la particolarità di questi monti, in cui salite dalla vegetazione mediterranea alle faggete, con le viste dei loro versanti meridionali e poi del mare.

monte zatta versante se  - più di 1000

il versante SE del monte zatta, col mar ligure sullo sfondo

versante sud del monte caucaso - più di 1000

versante sud del monte caucaso

 

 

 

 

 

 

 

Certo, sono salite un po’ faticose e lunghe, ma non si può dire che non ne vaga la pena. Senza dimenticare di guardarsi attorno, per vedere i piccoli centri annidati in queste valli.

reppia monte zatta - più di 1000

il villaggio di reppia, alla base del monte zatta

colli di sotto, monte porcile  - più di 1000

il villaggio di colli di sotto, alle falde del monte porcile

 

 

 

 

 

 

Poi c’è l’appendice che dallo Zatta scende verso il passo del Bracco. Dallo Zatta il crinale appenninico va ad est e si abbassa. Noi invece andiamo a sud, e subito incontriamo qualcosa di particolare: la massa calcarea del monte Chiappozzo, che ha alla base un vero e proprio piano carsico, una rarità che incontreremo di nuovo solo nell’Appennino marchigiano ! se dal passo del Biscia proseguite, potete salire ai diaspri del Verruga e poi ancora alle rocce vulcaniche dal monte Porcile all’Alpe di Maissana, classici balconi sul mare di Sestri Levante.  Ma qui guardiamo già la val di Vara, ed è un altro capitolo.

i piani carsici di chiappozzo - più di 1000

i piani carsici di chiappozzo, con lo sfondo dei monti zatta e chiappozzo

sestri levante, monte porcile - più di 1000

la vista su sestri levante, dal monte porcile