NORD MEDITERRANEA – Escursioni in Appennino settentrionale, tra Liguria e Romagna

Buon giorno camminatori, dopo un periodo di “servizi” per operatori turistici, inauguro mie linee, direttamente per voi. Il titolo di questa prima serie si riferisce al mio vagabondare  per tutto l’Appennino del nord, seguendo le stagioni: sono transumante e d’inverno preferisco stare al caldo. Quindi ecco una parte del primo capitolo del programma, per il periodo tra Natale e la Befana. Proseguirà a gennaio e febbraio.

 Capitolo 1.  CAMMINIAMO D’INVERNO NEL LEVANTE DELLA LIGURIA

Ecco quindi il programma di cinque escursioni per il prossimo periodo.
Tutte nel Levante Ligure dove, a meno di sorprese, possiamo camminare senza avere freddo ! Guardate comunque cosa vi consiglio di portare con voi, nelle condizioni generali.
Vi parlerò secondo il mio stile, di quello che vedremo lungo la strada.
Spero di incontrarvi numerosi e lasciarvi felici, così che torniate. Prezzi di promozione !
Contatti, appuntamenti e condizioni, nella seconda parte del volantino

Se preferite, scaricate qui il .pdf del programma
Se siete gruppi di camminatori organizzati, vedete anche alla fine del volantino

1. Venerdì 30 dicembre. Un classico alle Cinque Terre, per rompere il ghiaccio.
Manarola- Volastra – Corniglia – Vernazza

vignetiPartiamo da Manarola e saliamo al borgo di Volastra. Percorriamo poi in alto il pendio terrazzato, a vigneto, con alcune delle viste più spettacolari di tutte le Cinque Terre, tra vigneti, il mare giù in basso, e le viste su Manarola e Corniglia. Scendiamo a Corniglia. Avremo tempo per arrivare a Vernazza ma, chi volesse, potrà scendere alla stazione di Corniglia e prendere il treno.

 Lunghezza: 8.5 km (ca. 6.5 se vi fermate a Corniglia)
Dislivello salita / discesa: 600 m (ca 400 se vi fermate a Corniglia)
Difficoltà: escursionistica. Difficoltà specifiche: un tratto di sentiero ripido.
 
Prenotazioni e organizzazione: vedete la seconda parte del volantino

2. Lunedì 2 gennaio. La costa di Tramonti: se non la conoscete, state pronti e tenetevi forte !
Le frazioni e i luoghi della costa di Tramonti: Fossola, Schiara, Campiglia, S. Antonio, Persico, Monesteroli…

D60_0086 monesteroli da sent 4d gennaio 2013D60_0087 fossola costa ovest da sent 4d per monesteroli gennaio 2013La costa di Tramonti è difficile da immaginare, fino a quando non la vedete. Pendici ripidissime, villaggi appesi, fazzoletti di vigneti; mulattiere e sentieri storici. Sono posti magnifici, con tratti anche un po’ ostici, ma non necessariamente li dovremo fare. Quando ci incontriamo, vediamo il gruppo e decidiamo insieme il programma, che possiamo adeguare strada facendo. In ogni caso vi riempirete gli occhi e i ricordi, soddisfazione garantita. Se poi avete buona lena, sarà il massimo.

 Lunghezza: tra 11 e 14.5 km, a seconda del percorso
Dislivello salita / discesa: tra 450 e 990  m, a seconda del percorso
Difficoltà: escursionistica o per escursionisti allenati, a seconda del percorso. Difficoltà specifiche: a seconda del percorso: da nessuna, a tratti di sentiero molto ripido e un po’ esposto.

Prenotazioni e organizzazione: vedete la seconda parte del volantino

3. Mercoledì 4 gennaio. Qualcosa di meno noto ma da non perdere: tra Deiva Marina e Bonassola.
Deiva Marina – punta Apicchi – Framura – Framura stazione – Bonassola

framura8-6-deiva-rocca-du-ciaponQualche volta sentite chiamare la costa tra Moneglia e Levanto: “le piccole Cinque Terre”. Mania di imitazione ! In effetti ci sono cinque paesi anche qui. Però è diversa, è lei, ha la sua identità; boschi, olivi, mare e borghi. Partiamo da Deiva Marina e saliamo tra la macchia mediterranea per raggiungere Framura Costa; e qui non vi dico più niente, se no che sorpresa è. Ma fidatevi, Framura è unica e bisogna prenderla così. Scendiamo alla stazione e proseguiamo per Bonassola risalendo lungo la costa, con viste spettacolari sul mare. Chi proprio volesse potrebbe interrompere alla stazione di Framura ma, se state bene, non ve lo consiglio proprio.

Lunghezza: 12.5 km (ca. 6 se vi fermate a Framura – ma non fatelo)
Dislivello salita / discesa: 580 m (ca 310 se vi fermate a Framura)
Difficoltà: escursionistica. Difficoltà specifiche: quasi nessuna; normali tratti di sentiero un po’ ripido e sassoso.

Prenotazioni e organizzazione: vedete la seconda parte del volantino

 Fine settimana della Befana

4. Venerdì 6 gennaio. Torniamo alle Cinque Terre: da Monterosso a Vernazza, via santuari di Soviore e Reggio
Monterosso – santuario di Soviore – santuario di Reggio – Vernazza – Monterosso

vernazza r2-3-sent-per-reggioVisitiamo il centro di Monterosso. Saliamo per sentiero ripido ma comodo da Monterosso al santuario di Soviore, il più antico delle Cinque Terre; proseguiamo per strada, poi per sentiero spettacolare fino al Santuario di Reggio, dove possiamo consumare il pranzo al sacco. Scendiamo a Vernazza per l’antica strada di accesso lastricata. Risaliamo lungo il sentiero costiero, per discendere di nuovo a Monterosso. Se il gruppo, o qualcuno, preferisse, è possibile interrompere a Vernazza.

Lunghezza: 11.5 km (ca. 8 se vi fermate a Vernazza)
Dislivello salita / discesa: 800 m (ca 550 se vi fermate a Vernazza)
Difficoltà: escursionistica. Difficoltà specifiche: un tratto di sentiero ripido.

Prenotazioni e organizzazione: vedete la seconda parte del volantino

5. Sabato 7 gennaio. Tra Moneglia e Sestri Levante
Moneglia – monte Comunaglia – punta Baffe – Riva – Punta Manara – Sestri Levante

DSC_2886 sestri chiavari lavagna da sentiero punta manara dicembre 20127-8-da-discesa-monte-comunagliaIl centro antico di Moneglia, poi sentieri panoramici, alti sul mare, tra la macchia mediterranea. Poi la torre di avvistamento di punta Baffe. Scendiamo a trovare il contrasto dei mega cantieri di Riva, ma dopo risaliamo subito a punta Manara, con la sua torre. Infine, la discesa, ancora tra macchia e mare, a Sestri Levante. E qui di nuovo non vi dico niente, perchè è una sorpresa da vivere in diretta.  Vi potreste anche fermare a Riva, ma forza, dopotutto avete fatto solo 8 km. E Sestri vi catturerà, di sicuro.

Lunghezza: 13.5 km (ca. 8 se vi fermate a Riva)
Dislivello salita / discesa: 720 m (ca 420 se vi fermate a Riva)
Difficoltà: escursionistica. Difficoltà specifiche: un tratto di sentiero ripido; qualche tratto possibile con vegetazione invadente

Prenotazioni e organizzazione: vedete la seconda parte del volantino

 Prenotazioni e organizzazione delle escursioni

Contatti

Filippo D’Antuono

info@piudimille.com

333 3404542

www.piudimille.com

https://www.facebook.com/filippo.dantuono.1

https://www.facebook.com/piudi1000/

Appuntamenti

1. Venerdì 30 dicembre. Manarola- Volastra – Corniglia – Vernazza
Appuntamento. Ore 10, Manarola, piazzetta della chiesa. Se arrivate in auto, parcheggiate nei parcheggi a pagamento o in uno dei posti liberi lungo la strada; attenzione ai cartelli di divieto di sosta: i posti liberi sono quelli nei tratti rettilinei della strada, prima di arrivare alla sbarra e al parcheggio a pagamento. Non entrate dopo la sbarra, anche se la trovaste aperta: multa quasi garantita. Una volta parcheggiata la macchina, scendete a piedi fino alla piazzetta.  Se arrivate in treno, percorrete la galleria pedonale e salite a destra fino alla piazzetta.
Importante: se veniste in auto via autostrada e il navigatore vi indicasse di uscire a Carrodano o Brugnato, NON FATELO. Dovete uscire a La Spezia, raggiungere la città, percorrere il lungo mare e seguire le indicazioni per Cinque Terre.
Prenotazione. Solo per posta elettronica, entro mercoledì 28 dicembre,  alle 13. L’escursione viene effettuata con minimo 6 partecipanti. Tariffa: 15 euro a persona fino a  Vernazza, 12 fino a Corniglia. Se decidete strada facendo di fermarvi a Corniglia, pagate 15 e vi restituisco 3.
Altro. Pranzo al sacco; ognuno porti il suo pranzo. Negozio alimentari a Volastra (apertura non garantita) e a Corniglia.

 2. Lunedì 2 gennaio. La costa di Tramonti
Appuntamento. Ore 9.00, all’uscita della galleria di Biassa, sulla strada tra La Spezia e Cinque Terre. Subito all’uscita, a sinistra, provenendo da La Spezia, c’è un parcheggio.
Arrivando a La Spezia in autostrada, raggiungete la città, percorrete il lungo mare e seguite le indicazioni per Cinque Terre.
Prenotazione. Solo per posta elettronica, entro sabato 31 dicembre, alle 13 (ricordatevene, anche se è l’ultimo dell’anno !). L’escursione viene effettuata con minimo 6 partecipanti. Tariffa: 15 euro a persona.
Altro. Pranzo al sacco; ognuno porti il suo pranzo. A Campiglia ci sono  un bar ristorante e un piccolo negozio, ma non è garantita l’apertura.

 3. Mercoledì 4 gennaio. Tra Deiva Marina e Bonassola
Appuntamento. Ore 9.30, stazione di Deiva Marina. Se arrivaste in auto, trovate un parcheggio nelle vicinanze. Se proprio non vi riuscisse, ve lo indicherò io: venite comunque alla stazione.
Prenotazione. Solo per posta elettronica, entro lunedì 2 gennaio, alle 13. L’escursione viene effettuata con minimo 10 partecipanti. Tariffa: 15 euro a persona.
Altro. Pranzo al sacco; ognuno porti il suo pranzo. A Framura ci sono bar e piccolo negozio, ma l’apertura non è garantita.

 4. Venerdì 6 gennaio. Da Monterosso a Vernazza, via santuari di Soviore e Reggio
Appuntamento. Ore 10, all’uscita della stazione di Monterosso. Per chi viene in auto: dall’autostrada, uscite a Brugnato e  seguite le indicazioni per Monterosso / Cinque Terre. NON salite da La Spezia: la strada costiera è interrotta. Arrivati al bivio dove c’è l’hotel Monterosso Alto, scendete verso FEGINA. A Fegina, parcheggiate nel grande parcheggio a pagamento sul mare: probabilmente non avrete altra scelta, visto che i posti liberi sono pochissimi e più in alto. Dal parcheggio, l’ingresso della stazione dista poche decine di metri.
Prenotazione. Solo per posta elettronica, entro mercoledì  4 gennaio, alle 13. L’escursione viene effettuata con minimo 6 partecipanti. Tariffa: 15 euro a persona.
Altro. Pranzo al sacco; ognuno porti il suo pranzo. Negozi a Monterosso e Vernazza.

 5. Sabato 7 gennaio. Tra Moneglia e Sestri Levante
Appuntamento. Ore 9.30, davanti alla chiesa di S. Giorgio. La chiesa di S. Giorgio è la chiesa antica di Moneglia. Per  chi viene in treno: uscite dal viale della stazione eseguite la strada verso sinistra. Di fronte all’hotel Moneglia andate a destra per via Botto. Per chi viene in auto: probabilmente parcheggerete nei parcheggi all’ingresso di Moneglia, vicino alla chiesa nuova.  Dalla chiesa nuova (S. Croce) seguite via Vittorio Emanuele, poi via Roma; oppure il lungo mare fino al ristorante Derna, andando poi a destra per via Mazzini.
Prenotazione. Solo per posta elettronica, entro giovedì  5 gennaio, alle 13. L’escursione viene effettuata con minimo 10 partecipanti. Tariffa: 15 euro a persona.
Altro. Pranzo al sacco; ognuno porti il suo pranzo. Negozi a Moneglia e Riva.

Organizzazione e condizioni generali

Conferme
Inviate conferma di partecipazione solo per posta elettronica, nei termini indicati nelle singole escursioni.
Indicate: numero ed età delle persone che partecipano; nome del contatto di riferimento e, se volete, degli altri partecipanti; numero di cellulare.
Le escursioni non verranno svolte: a) se non venisse raggiunto il numero di partecipanti minimo stabilito; b) in caso di previsione del tempo negativa.
Vi manderò mail di conferma o annullamento entro la sera del giorno fissato per la prenotazione.

Tipologia delle escursioni
Tutte le escursioni sono adatte a persone con una certa pratica di camminare. Si svolgono su tracciati vari; in tutte ci sono comunque tratti con caratteristiche di sentiero di montagna, che richiede calzature adeguate.
I ragazzi possono partecipare se accompagnati da adulto che ne sia responsabile e se sono abituati a camminare. Sconsiglierei comunque la partecipazione di bambini. Valutate comunque voi.

Equipaggiamento
Le cose che dovete avere con voi sono: zaino con effetti personali; il vostro pranzo al sacco; acqua per le vostre esigenze (consiglio almeno 1 litro a persona).
Calzature da escursionismo con suola scolpita. Abbigliamento a strati: tenete presente che se ci sono belle giornate può capitare di camminare in maglietta; ma non è estate e, se sostiamo con vento o cielo nuvoloso, bisogna coprirsi; io consiglierei: maglietta, camicia o pile leggero, maglione o pile più consistente, giacca a vento impermeabile.

Pagamento
Alla partenza dell’escursione. Portate per favore contanti cambi. Vi rilascerò ricevuta.

Per i gruppi di camminatori organizzati

Oltre alle proposte di questo volantino, potete chiedere escursioni personalizzate durante tutto il periodo tra Natale e l’Epifania, e anche in altri periodi
Per il Levante Ligure vedete il “catalogo” ai link seguenti, tenendo presente che le possibilità sono comunque anche molte altre, per programmi completamente personalizzati. Contattatemi per programmi e tariffe.
http://www.piudimille.com/le-cinque-terre/
http://www.piudimille.com/liguria-la-costa-levante-genova-levanto/