più di 1000, locanda abbandonata, Appennino

locanda abbandonata, in un paese dell’appennino

Siamo al 2013 e 2014, con l’idea ormai formata. Il programma del primo blocco di ecursioni circolari è quasi finito. Nei paesi da cui sono partito ho visto i segni del tempo. Strutture dove una volta la gente andava in vacanza, ormai chiuse. Cose cambiate anche in questi quattro anni. Quasi sempre nella stessa direzione, verso la chiusura di attività, che siano alberghi, trattorie o i negozi dei paesi. C’è però qualcuno che ci riprova o resiste.

Sentieri diventati strada o spariti. Altri ancora ben messi. Tanto, tanto legno sui sentieri; trent’anni fa non c’era… una volta il legno caduto era raccolto e usato; poi ha iniziato ad accumularsi.

Penso a tutto quello che ho sentito e visto in questi anni. Convegni ricorrenti, sulla montagna e i suoi problemi. Progetti, più o meno grandi. Innumerevoli nuovi itinerari, con nomi più o meno di fantasia, ognuno dei quali ha lasciato segnalazioni sul terreno, ormai vecchie e pannelli più o meno in disfacimento, con informazioni più o meno esatte. Parole e soldi spesi, ma non sembrano avere cambiato la situazione.

più di mille, pista forestale, monti di gualdo tadino

sentiero trasformato in pista forestale, monti di gualdo tadino

Ci sarà un altro modo ?

Dopo tutto dovunque c’è qualcosa da vedere; ma bisogna poterlo vedere. Ci si riesce quando si sappia un minimo “leggere” quello che sta attorno. Non è che manchi questo ? E’ solo la crisi economica che ci fa concentrare tutti negli stessi posti o è anche perchè non consociamo più tutti gli altri ? Però le autostrade per il mare sono piene di gente; anche questo costa…. ci deve essere dell’altro.

Tutti i miei giri con più di 1000 metri in Appennino, anche dove si arriva a malapena a 500 di quota ! Chi l’avrebbe mai detto. Ovviamente “più di 1000” è solo un muro immaginario, che non esiste. Però certo ci sono più di mille luoghi, persone, prodotti, cibi, storie, in Appennino e fuori, in montagna e non, che la gente non conosce più. E magari, se li conoscesse, li frequenterebbe. Così è nato “più di 1000”.

Un’idea che vorrebbe aiutare a guardarsi attorno, come servizio, senza generare noia. Fare andare la gente dove non va più, o andarci con spirito differente dal tocca e fuggi. Di esperienza ne ho accumulata, in qualche decennio di giri e pensieri. Ho anche deciso di fare la guida ambientale escursionistica, tardivamente ! Più di 1000 è quindi un’idea per vedere se si possa ancora fare qualcosa. Non è idea di nostalgia, ma di ottimismo. Non è idea etica o di solo altruismo: lo faccio per me, ma sperando di fare contenti anche altri, se funziona. Quindi non dico che sia idea buona e che se non va è colpa dagli altri che non capiscono. Deve essere idea sostenibile, portare qualcosa a me e a tutti quelli che ci crederanno !