Quest’anno i carpini neri sono carichi di frutti. Adesso che sono maturi, i boschi dove ce ne sono tanti sembrano soffrire per il secco. Si chiama “pasciona”, parola che indica in genere gli anni di produzione di seme molto abbondante di piante forestali. Originariamente di quelle che danno frutti che possono essere mangiati dagli animali, tipo le ghiande, poi anche tutte le altre.
A primavera c’era stata la gelata tardiva che aveva seccato le foglie dei faggi appena uscite e ha castigato un po’ anche i mirtilli: quest’anno ce ne sono pochi.
Cose che si vedono. Alla prossima !